venerdì, dicembre 31, 2010

La linea d'ombra

Per quanto ne sapeva
il sole era lo stesso,
su tutti i paesi.

Per un po' - non so quanto - questo post sarà l'ultimo.
Intendiamoci: mica voglio chiudere il blog (sarebbe come condannare a morte un moribondo), ma mi trovo in una situazione particolare - che tra un attimo vi spiegherò - che mi impedirà di garantire aggiornamenti frequenti.
Quanto la fai lunga.
Giusto, certo, hai ragione, giusto. Insomma, domenica io e Elle lasciamo la tana che ci ha accolti e nascosti negli ultimi tre anni e ci trasferiamo per tre giorni ove la connessione non è disponibile. Scarichiamo mobili, scatole, libri e minutaglie e archiviamo il tutto.
Stai facendo tutta 'sta lagna perché starai tre giorni senza internet? Sei ufficialmente la persona più noiosa DEL MONDO.
Quindi, il cinque gennaio prendiamo un aeroplano (ho sempre dubbi su come si scrive: aeroplano? Aereoplano? Areoplano? E aeroporto? E connissicciata? Avrò mai una connissicciata? Ma soprattutto: cos'è una connissicciata?) (poche ore dopo, il post appariva come unico risultato alla ricerca "connissicciata" su Google, lasciando tutti i lettori col dubbio sul significato della parola in oggetto).
Insomma, prendiamo questo aeroplano e ci dirigiamo verso la perfida Albione, ove rimarremo per un periodo di tempo ancora non quantificabile, ma probabilmente, se tutto va bene, non inferiore ai due anni (Dio, è un'eternità. Come farò due anni senza bidet?).
Ora, io lo so che anche in UK esiste la connessione internet, e non è che laggiù le mie password saranno invalide. E' che probabilmente (ma poi chissà) non avrò - almeno all'inizio - tempo, voglia e testa per scrivere nuovi post.
Poi chissà, magari il Blog Ottuso si trasformerà in una sorta di diario dell'espatriato, e mi deriderete mentre vi racconto dei miei drammi senza bidet.
Insomma amici, oggi si chiude col 2010 e si inaugura un 2011 dalle grandi avventure. Auguratemi qualcosa di positivo, mentre mi imbarco verso le terre inesplorate e incivilizzate oltre la Manica, armato solo della mia arguzia e del mio bidet da viaggio.
Mi mancherete tutti, e io spero di mancare a voi.
Buon anno!

Ps: poi, oh, magari scrivo più di prima, che ne so come vanno le cose.

9 commenti:

tepepa ha detto...

Ciao avoi avventurieri del 2011, in effetti mi mancherete, però, sono anche contento perchè non c'è cosa migliore che poter realizzare qualcosa di nuovo in questo mondo vecchio... perciò cari amici vi auguro i migliori auguri per tutto.
cvon affetto un triste Tepepa.

Artemisia ha detto...

Ma dai! Sono proprio contenta per te. Mi sembra un'ottima cosa e sono convinta che ti scapperanno diversi post.
In bocca al lupo, caro Heike, fatti onore e ogni tanto pensaci e se ti à possibile facci sapere.
Un abbraccio,
Artemisia

Anonimo ha detto...

Heaven, i'm in heaven .....
@Velapoma

Roberto ha detto...

Yo!

Anonimo ha detto...

Qualcosa di positivo!

dowag

me stesso.

ferroviedellostato.reclami ha detto...

http://ferroviedellostatoreclami.blogspot.com/2010/12/le-estranee-si-depilano-anche-senza-il_23.html

Leggi il mio blog, e genuflettiti, a meno che tu non abbia da fare uno sgarro a qualche industria del caffe, allora saresti esonerata

Daniel ha detto...

Zio fungo. E ce lo dici così?
Allora, intanto vorrei dilungarmi sul fatto che connissicciata non lo cercherà nessuno su google, essendo una parola inesistente (io invece spopolo con Chimichanga. Ho fatto poi apposta un post scrivendo cimicianga per quelli che non ne conoscono lo spelling e adesso becco pure le loro visite. Geniale, no?) Ma non voglio fare neanche quello che in un momento così tragico si mette a vantarsi delle sue lungaggini.
Ecco dunque che tocco subito il secondo punto: su come si scrive aerop... apreopl... ci siamo intesi non so neanche io. Capisco che come unica soluzione hai scelto di spostarti in un posto dove l'italiano non si parla. Così nessuno ti scherzerà di questo.
Se poi riesci a introdurre il bidet in Regno Unito (l'hai già imparata la differenza tra Regno Unito e Inghilterra, vero? (merda, sto ricadendo nel mio mostrare la mia lungaggine)), beh, in caso fammi sapere che considererò un master al Nord. (Già ce ci sei, prova a portarci anche il sole). (Dopo anni che ti leggo ancora non ho imparato se il punto di fine periodo va dentro o fuori la parentesi.). (Ora che ci penso in Italia ci abbiamo così tante belle cose che non capisco perché tu te ne vada. Certo, avere un bidet portatile apre la mente a nuove mete...).

Dunque, in realtà scrivevo solo per augurare un felicioso anno nuovo in qualunque angolo del mondo in cui ti trasferisci. Raccontaci tutto, del viaggio, dell'insediamento, degli indigeni (ma non tutto tutto come Giangi!). Che tu abbia le soddisfazioni che ti immaginavi e anche di più grandi.

Pfiatdi (come dicono nella gelida Bolzano),

Daniel

PS: (Con l'anno nuovo mi prometto che scriverò nel mio blog di più di quanto io non scriva in quelli altrui).

Anonimo ha detto...

Confonde le sue tracce e si perde è da Nobel!
Mai che tu ascoltassi i miei consigli sull'uso del bidet alternativo!
Oh mi mancate già, ho avuto una resistenza di neanche 24 ore, non c'è male direi...
Leli.

Mr. Tambourine ha detto...

Una scelta giustissima, bravo.