lunedì, marzo 05, 2012

Piccola guida ragionata di londra ad uso dei turisti inconsapevoli - Raggiungere Londra

E qui, tutto sommato, la cosa sembra facile. Voglio dire, a meno che uno non abbia paura di volare (uno che conoscevo ce l'aveva, e si fece tutto il viaggio da Città Cupa a Londra in macchina. Millecinquecento chilometri. Indubbiamente coerente nella sua fobia. Ma idiota), dicevo, a meno che uno non abbia paura di volare raggiungere Londra è roba facile, visto che i quattro aeroporti cittadini (Heatrow, Gatwick, City e Stansted) sono collegati a tutti i maggiori omologhi italiani, e con un paio d'ore di volo in media ci si fa il viaggio.
Ma cominciamo dalle basi.
(So che molte cose che verrò a raccontarvi vi suoneranno banali, trite, noiose e ben conosciute. Nel caso, saltatele e basta, non venitemi a dire nei commenti "ehi, coso, amico, non ci stai dicendo niente di nuovo, le cose che racconti non regalano sapore alla mia vita" come mi diceva sempre Strano dei Megelli Diversi quando cercavo di spiegargli la differenza tra epifania ed entelechia)
Darò per assodato che:
1 - vogliate raggiungere Londra dall'Italia
2 - vogliate farlo volando (in aereo, non autonomamente)
3 - vogliate spendere meno possibile e al contempo non volare con una compagnia che ha il 50% di successo negli atterraggi al proprio attivo (potrebbe essere una nuova campagna pubblicitaria di Alitalia: "almeno il 50% dei nostri aerei atterra!")
4 - preferiate volare senza bagagli ingombranti

Dei quattro aereoporti di Londra, il maggiore è Heatrow. Io non c'ho mai atterrato/decollato, so che opera principalmente sulle tratte intercontinentali e che le compagnie low-cost lo evitano per gli elevati costi di affitto della pista. Wikipedia dice che è il terzo aeroporto al mondo per movimento voli bla bla bla, roba che non ci interessa. Alitalia atterra qui, ma se volate con Alitalia o siete Marchionne o amate spendere molto denaro per acquistare secchi di fango. Ad ogni modo, se venite a Londra a fare i turisti con la digitale compatta e il bagaglio piccolo da portare in cabinam Heatrow è da escludere.
Gatwick è più piccolo e, in quanto tale, un po' meno costoso per le compagnie. Ci abbiamo atterrato una volta, è ben collegato alla città (questo, ca va sans dire, vale per tutti, in particolare City). I tempi di imbarco/sbarco mi sono sembrati più lenti di quelli di Stansted, ma a Stansted più che passeggero sei animale da macello, quindi è chiaro che lì si fa più in fretta.
City è centralissimo. E' l'unico aeroporto collegato alla linea della metropolitana tramite la linea DLR (ne parleremo in un post più avanti). Markk e A. l'hanno usato quando sono venuti a trovarci e ne sono rimasti entusiasti.
Ma veniamo a Stansted. Nelle vostre vacanze al risparmio è assai facile che voliate con una delle compagnie low-cost che dominano il mercato (Ryanair o Easyjet) che usano principalmente questo aeroporto. Le voci sulla sua lontananza dal centro città sono grandemente esagerate: in un'ora e un quarto (autobus) o quaranta minuti (treno) siete a Liverpool Street Station.
Insomma, un aeroporto vale l'altro.
E le compagnie?
Nonostante il mio profondo odio per Ryanair, continuo a volare con loro ogni volta che torno in Italia, perché, nonostante tutto, sono quelli che mi fanno risparmiare, e quindi finisco per accettare e sopporto il clima da carro bestiame dei voli con la compagnia irlandese. Purtroppo non è più come dieci anni fa, quando riuscivi a beccare anche il volo a cinquantamilalire andata e ritorno. Ma lo si accetta (attenzione: ricordatevi che Ryanair aggiunge 12 euro a ogni tratta se pagate con carta - l'unico pagamento accettato è per carta). Ad ogni modo vi consiglio di usare Skyscanner per trovare il periodo migliore per volare e risparmiare qualcosa.

Bene, caro eighe. Ho fatto come m'hai detto, ho preso l'aeroplanino e sono atterrato qui a staste. Ma io volevo andare a Londra! Perché m'hai fatto atterrare qui, eh? E ora che fo? Come si fa a andare a Londra?
E' molto semplice, mio caro ed inetto amico. Ci sono diverse opzioni:
- prendi un cab. A Londra ci sono due tipi di taxi: quelli neri che si vedono nei film (ma non fanno servizio negli aeroporti, quandi ne parliamo un'altra volta) e i taxi privati (ce ne sono decinaia di compagnie diverse), che non possono fermarsi a bordo strada a far salire le persone né possono aspettarti fuori dalle stazioni o dagli aeroporti. Devi chiamarli o fissare un appuntamento via internet. Lo so, sembra molto macchinoso, ma è per la vostra sicurezza. La cosa è molto conveniente se siete un gruppetto numeroso (mio fratello ne ha prenotato uno per otto persone) e se volete essere caricati all'aeroporto e scaricati all'albergo. Ricordatevi che ogni taxi privato deve avere l'apposito certificato rilasciato da TFL che lo autorizza a scarrozzarvi in giro. Se optate per questa scelta chiedete al vostro albergo di prenotarvene uno, o fate una rapida googlata con "taxi London". Le tariffe variano molto in relazione a dov'è l'albergo e a quanti siete.
- prendi il treno. In UK le ferrovie sono state privatizzate dalla Thatcher: ci sono quindi diverse compagnie di trasporto su rotaia, districarsi è un casino. Ad ogni modo in genere lavorano quasi in regime di monopolio su specifiche tratte: ad esempio il collegamento Stansted-London è servito dallo Stansted Express (21 sterline a tratta a testa). Gatwick invece è collegato con diverse compagnie: Gatwick Express, Southern, First Capital Connect, First Great Western. Per Heatrow è più o meno la stessa cosa, se volete maggiori info scrivetemi che mi sono scocciato di copincollare link. Ricordatevi comunque di prenotare in anticipo, sarete sicuri di trovare posto e risparmierete qualcosa. I treni sono quasi sempre puntuali, ma le tariffe sono abbastanza care.
- prendi l'autobus: è il mezzo più economico. Non ci sono autobus "di linea" che collegano Londra agli aeroporti, ma solo navette private. C'è una compagnia italiana, Terravision, che ha praticamente il monopolio dei collegamenti Stansted-Londra. Oltretutto assume (e questo per me è un mistero) esclusivamente personale italiano, ragazzi che vengono a farsi l'esperienza londinese e poi finiscono a lavorare a due ore dalla città. Le altre compagnie che lavorano su Stansted sono la National Express, che opera su tutta l'Inghilterra, e Easybus. Come mezzo di trasporto è molto più conveniente del treno o del cab (ma molto più lento, ovviamente). Oltretutto Easybus ha delle tariffe folli: se beccate l'orario giusto potreste anche spendere solo due sterline per raggiungere Londra, come si vede qui.
- prendi la metropolitana. Questo, a essere sincero, funziona solo a City Airport.

Bene, credi di avere finito per adesso. Siete atterrati, avete raggiunto la città. Che si fa stasera? mi chiedete, con l'occhio pallato dal viaggio, dove si mangia? Ci facciamo una pizza o un panino dal McDonald's?
Poveri illusi.

Avete richieste? Necessitate chiarimenti? Lasciatemeli nei commenti o mandate un'email a blogottusoCHIOCCIOLAgmail.com

3 commenti:

Peephee ha detto...

Posso venire a Londra con gli euri o mi tocca cambiarli prima?
Li prendono da McDonald's? quello vicino a casa mia li prende...

Anonimo ha detto...

ciao,
visto che ho provato sia il treno che l'autobus terravision - voglio lasciare un mio personale giudizio.
Ho fatto i biglietti direttamente dal sito dello stansted-express ed appena arrivato all'aereoporto mi sono recato alle macchinette self service appena inserita la carte di credito, senza nessun tipo di codice, mi ha rilasciato i biglietti a/r per il centro città, e siamo saliti immediatamente sul treno fermo alla stazione.
Se pensi di essere su un carro bestiame sulla ryanair allora non provare terravision, in fila fuori dall'aereoporto in attesa che arrivi il pullman.
in conclusione spendi un pò di più ma ne vale veramente la pena
Hg

cooksappe ha detto...

*_*