venerdì, marzo 20, 2009

Perché quel film lì che non voglio nominare è terribile

Io sono andato al cinema già prevenuto, sapevo che non dovevo avere aspettative alte, tanto già altre volte ci sono rimasto male, a vedere come è facile stuprare la mia educazione sentimentale.
Mi aspettavo il peggio, davvero.
Ero ancora troppo ottimista.
Pensate a un libro, un film, una storia che avete amato.
Una storia perfetta, bellissima, che vi ha commosso, alla quale non potete smettere di pensare, ogni tanto.
E ora pensate che ci faranno un film, e sarà interpretato da Boldi e De Sica che si tirano torte di merda di mucca in faccia.
Ecco cosa è successo a Watchmen, anche se, forse, con Boldi e De Sica che si tirano torte di merda di mucca in faccia avrei sofferto meno.
Mi si dice: sì però l'adattamento è abbastanza fedele, questo film è la cosa più vicina allo spirito originale che si potesse tirar fuori, la paranoia, l'intrigo, ci sono, proprio come nel fumetto, e
No, dai, basta.
Ma guarda che ti sbagli, i personaggi sono resi con
Dai, davvero. Basta.
Ma
Ebbastaa.
Perché è brutto? Non lo so, il fatto è che non riesco a trovare un motivo per dire perché NON è un film brutto. E' inutile. Ridicolo. Imbarazzante. Superfluo. Riduttivo. Implausibile.
Riesce ad essere un film implausibile con supereroi realistici.
Oltre il limite del buon senso. Direi.
Vediamo: la recitazione degli attori è imbarazzante, a partire da un Ozymandias (figurati se mi vado a cercare i nomi degli attori) che per tutto il film mantiene sempre la stessa espressione da "ho una carota in culo e non so cosa ci faccia lì", a uno Spettro di Seta II che mi ha fatto rivalutare l'abilità interpretativa di Monica Bellucci. Il dr. Manhattan poi. La sua ragazza gli dice che leccargli un dito è come leccare una pila. Anche guardarlo recitare è come guardare recitare una pila.
Cani maledetti.
Poi. Una regia basata su ralenty, primi piani, carrelli in avanti, dolly e inquadrature dall'alto è indubbiamente spettacolare. Ma mi irrita, e mi fa venire mal di testa. Non seguo lo svolgersi degli eventi, vedo solo un gran movimento e una gran confusione.
Nel fumetto (so che non dovrei fare questi confronti, lo so, ma questo passatemelo) il montaggio è essenziale, è il vero valore aggiunto. Nel film è sciatto, banale, invisibile. Non c'è ironia, non c'è pathos, non c'è epica, non c'è niente. Ci sono solo, su due ore e mezzo di film, due ore e mezzo di gente che si prende a cazzotti. E nient'altro. Vuoto pneumatico.
Non sono un purista, non sono uno di quelli che dicono che non si devono mischiare i media perché bla bla, però fare questo film è stato uno sbaglio. E non perché si è cambiato troppo rispetto all'opera originale, ma perché non lo si è cambiato abbastanza. Questo è un ibrido mostruoso: si è voluto innestare una trama adulta nel corpo di un film per ragazzini, usando tizi con costumi fighi, pose cool e tante mosse di arti marziali per parlare di quanto è brutta la guerra.
Nell'opera originale si parla del destino come di una macchina, un moloch gigante di pietra che schiaccia gli innocenti come insetti, e nessuno è in grado di fare niente, anche e soprattutto i supereroi che sono dei disadattati come tutti gli altri. Le multinazionali, il denaro, la società marcia e violenta che annichilisce gli inermi, sono questi i nemici, e non un tizio in costume che calcia le persone da un lato all'altro della stanza.
Watchmen è un fumetto terribile, nichilista, disperante che non prevede redenzione per nessuno.
Questo è un film fatto per vendere costumi ed action figures.

Poi, due giorni fa, il viso di Clint Eatwood.
Il viso di Clint è come un paesaggio.
Non smetteresti mai di guardarlo.
Gran Torino, ecco un film perfetto. Una storia perfetta. Se fosse una favola, te la faresti leggere tutte le sere, prima di dormire.

Con Clint, ogni angolo di strada, ogni casa, ogni giardino è west, la prateria, la frontiera, perché lui la sa, la terribile verità: che la frontiera non è mai scomparsa, si è nascosta, ma non è mai scomparsa.
Ci sei sopra, alla frontiera.
Non c'è pace nelle strade.
Puoi chiuderti in casa, farla diventare un posto sicuro, un forte imprendibile, ma prima o poi, lo sai, ci sarà bisogno dell'uomo con la pistola.
Mio padre adora gli western, il cinema di indiani, con i buoni e i cattivi. A lui piace John Wayne.
Io invece, sono più per Clint.
Sempre stato, per Clint.
Altro che Gufo Notturno.
Quando un uomo col costume incontra un uomo con la pistola...

10 commenti:

Weltall ha detto...

E io che ti avevo chiesto di non essere troppo cattivo ^__*

Comunque al di la di questo, non mi sento di controbattere alle tue critiche perchè, l' opera da cui è tratto questo film è immensa e tutti i lettori hanno cercato nel film qualcosa di diverso, qualcosa che si avvicinasse al modo in cui la graphic novel li ha raggiunti. Alcuni sono usciti dalla sala soddisfatti, altri meno, questo è normale. Anche io ho odiato V per Vendetta (il film) eppure a tanti altri è piaciuto.
Tornando a Watchmen, personalmente mi ha appagato sia come lettore dell' opera di Moore, sai da un punto di vista cinematografico. Questo perchè Snyder non ha fatto come in 300, ma ha fatto funzionare la sua regia in favore del testo originale, correndo anche dei grossi rischi nel portare in sala un film lontano anni luce dal classico blockbuster supereroistico (su tre ore di film ci sarano al massimo quattro combattimenti)
Il migliore adattamento di Watchmen possibile? Forse, ma anche no. In fondo poi non importa, Snyder l'ha fatto e nessun'altro. Ne è uscita un opera coraggiosa ma imperfetta...e ti avviso che per la sua uscita in dvd è prevista una versione da 4 ore ^__*

Poi c'è Clint. Clint caca in testa a Snyder senza neanche doversi inchinare. Ma caca in tesa anche a tanti altri più in alto di Snyder. Questo perchè Clint è DIO! ^__^

P.S.: ti avviso poi che ho tra le mani un' altro importantissimo adattamento cineamtografico da fumetto. Posterò un' anteprima sul blog questa sera ^__*

P.P.S.: scusa se ti ho annoiato con questo commentone! Ora ho veramente finito ^__*

Daniel ha detto...

C'ho lì Gran Torino che mi aspetta sul pc. Dici che vale la pena spendere 7 euro e andare al cinema? Non vedo l'ora. Credo che se dovessi mai attaccarmi un poster di una parsona che non sono io in camera sceglierei o Elvis o Clint Eastwood. Che figo!

elle ha detto...

Il mercoledì costa cinque

Niccolò Storai ha detto...

Niente, solo una gran delusione.
Alleluja ..........................................

Heike ha detto...

@ Weltall: ok, la pensiamo in modo diverso, probabilmente perché abbiamo cercato cose diverse, in questo film. Comunque, lo sai, questo non cambia di una virgola il fatto che tu sia il mio critico cinematografico di riferimento!

@ Daniel: guarda, per me sono stati gli otto euro peggio spesi dell'ultimo anno, compresa quella volta che ho speso dei soldi per comprare un kebab che mi ha dato la diarrea. Comunque ha ragione Elle: il mercoledì costa meno (anche al multisala)!
PS: hai tuoi poster in camera?!

@ Nik: parole sante.

faina ha detto...

a me v per vendetta era piaciuto, ma forse perchè non avevo mai letto il fumetto.
watchmen però mi ha fatto cacare, concordo con te: una confusione incredibile e superflua dalla durata spropositata.
300 è stato una delusione: mi sembrava di vedere un film di rambo ambientato nell'antica grecia.

gb ha detto...

- gran torino non so bene perché ma mi ha ricordato certe cose di hitchcock
- sul doppiaggio l'ho già detto e lo ripeto va bene tutto ma "salvazione" per tradurre "salvation" proprio no ché la gene in sala quando il prete diceva Salvazione e anche quando lo diceva clint la gente al cinema rideva
- io ho speso quattro euro e cinquanta per vederlo al cinema di mercoledì sera

Weltall ha detto...

"questo non cambia di una virgola il fatto che tu sia il mio critico cinematografico di riferimento!"
E ti vorrò sempre ben per questo ^__*
A dir la verità poi, non è che sia così importante pensarla in maniera diversa su Watchmen anche perchè non è certo un film che farà la storia del cinema.
Mi sarei preoccupato se l'avessimo pensata in maniera diversa su Clint ^__*

Heike ha detto...

@ faina: io non so se hai letto le tre opere originali, ma, guarda, a me 300 ha fatto cacare anche come fumetto.

@ gb: hitchcock? forse. Non c'avevo fatto caso. Probabilmente è la cifra stilistica "classica", con la macchina da presa "in bolla" e senza tutto quel muoversi dei film di oggi. Mi sento anziano, a scrivere queste cose, doc'è una panchina con dei piccioni?

@ weltall: Clint rules!

costanza ha detto...

ma tu non hai pianto per il cane? solo io ho pianto per il cane?