lunedì, dicembre 10, 2007

Mi faccio la pipì addosso

Driiiiin.
- Pronto?
- Buonasera, è il signor Heike?
- Si (orribile presentimento).
- Sono Caramella di Tele2, la chiamo per informarla della nuova straordinaria offerta che seriamente
- Guardi, non mi interessa.
- Come fa a dirlo? Non ha nemmeno sentito quale l'offerta. Si tratta in effetti di una offerta che seriamente
- No davvero, guardi, non importa.
- Ma perchè?
- Perchè non c'ho voglia di starla a sentire, e poi, guardi, davvero, io nemmeno ce l'ho internet a casa (infatti posto sempre in orario d'ufficio - e tutti a guardare a che ora è stato inserito il post), non c'ho nemmeno il telefono, infatti lei non può avermi telefonato, non stiamo parlando, non ho il telefono in mano e tutto questo non è vero.
- Davvero?
- Eccome noh.

Mi risveglio ansimante. Mi volto verso l'orologio sul comodino, ma improvvismante realizzo di non avere un orologio sul comodino. In effetti. non ho neanche un comodino.
Il mio orologio biologico mi dice che sono le 4.37 della notte, e che quindi è l'ora del mio bicchiere di spuma bionda. Mi alzo, barcollo verso la cucina e mi verso una dose abbondante di analcolico biondo. Mentre sto lì, seduto in mutande in cucina, realizzo di non avere una sedia in cucina, e cado a terra, attento però a non versare nemmeno una goccia del prezioso liquido ambrato.
L'incubo di pochi minuti prima mi fa riflettere, e improvvisamante ricordo, per chissà quale curiosa associazione d'idee, il motivo per cui ero così felice, oggi.
Il mio blog, il celeberrimo sito di intrattenimento vagheggione nomato Blog Ottuso sta raggiungendo vertici di celebrità e visibilità che mi permettono di dire, senza tema di smentita, che sono il più autorevole blogger del mio condominio (non vivo in un condominio).
Nella prestigiosa classifica di blogbabel - che misura l'autorevolezza dei blog con un algoritmo che unisce numero di link ricevuti, visite al blog escluse quelle della zia, misura (in cm) del colletto della camicia del blogger, numero di commenti entusiastici ricevuti da Bordone e partecipazioni a blogcamp e/o a bangi-giamping* senza corda - orbene, in codesta speciale classifica meritevole di menzione ho raggiunto la 1462° posizione (elapeppa!) e mi colloco tra questo e questo.
Inoltre - e questo lo dico con un orgoglio a stento trattenuto, ma per quanto tempo potrò bullarmene tra me e me senza dirlo a nessuno? ops, lo sto facendo - è qualche giorno che ricevo visite quasi quotidiane da due blog che a me mi fanno spisciare inside, e io quando spiscio inside mi sento tutta una cosa dentro che non so come dire.
Io questi due li stimo tanto, ma tanto alla seconda, e li leggo in feed da mesi, e mai mi sono arrischiato a commentare perchè mi vergogno (una volta, forse, ma cn la vocina bassa che sennò magari poi mi si sente) (fra parentesi, quando mi trovo in situazioni che voglio dire qualcosa ma mi vergogno perchè c'è troppa gente, allora lo dico a voce bassa, a malapena udibile, e finisce che è peggio, perchè poi l'interlocutore mio si gira, e mi fa EH?! e tutti si girano verso di me e mi guardano e devo dire di nuovo quell'immane cazzata che prima mi ero limitato a sussurrare. Sono un uomo molto, molto malato). Anf.
Insomma, c'è qualcuno che arriva qui da Idiotaignorante, e qualcuno che arriva da Bucknasty, e io ero convinto di averli messi tra i link, e invece c'è il vecchio blog di Bucknasty, e dell'Idiotaignorante neanche nulla. Tipo che inviti a cena Umberto Eco e 'nciai manco un libro suo, nemmeno quella cagata dell'isola del giorno dopo, e in bella vista in libreria c'è solo l'ultimo libro di Alberoni (nel mio caso l'equivalente di Alberoni è il link a Madmac, che il suo nome sia in eterno maledetto).
Sono il peggio del peggio, sono.
Provvedo dunque a fare due cose:
1 - mettere i link a Umberto Eco;
2 - cospargermi il capo di cenere;
3 - cambiarmi il pannolino, che quando ho visto il log delle visite ho fatto ciò che suggerisce il titolo;
4 - imparare a contare.

PS - in soldoni: un salutone grosso ai due di sopra, li leggo sempre (davvero) ed è un onore averli qui (se non loro); un saluto a tutti gli altri che leggono di straforo senza lasciar traccia alcuna; un salutone a chi passa, legge e commenta, che quelli son sempre avanti.
PPS - oggi è stata una giornata dura. Minchia sello'è shtata.
PPPS - improvvisamente realizzo di non avere un blog.

* questo simpatico giochino copra l'imbarazzante verità che non so come si scriva veramente bungee jumping, e non mi va di andare a cercare la corretta grafia, e tutti i lettori possono pensare "ehi, che simpatico questo ragazzo, che umorismo sofisticato, lo leggerò ancora con piacere". Improvvisamente realizzo di non avere umorismo.

8 commenti:

( @ R d ° ha detto...

e ci credo che ti viene da pisciare con tutti questi PSPPSPPPS
...è!

Artemisia ha detto...

Non stai mica avendo una ricaduta di ansia da blogger, eh?!? Ma come, stavi guarendo!

Sign:o ha detto...

In qualità di facente parte della categoira "tutti gli altri che leggono di straforo senza lasciar traccia alcuna" ricambio cordialmente il saluto. Improvvisamente realizzo di non far più parte della citata categoria.

PS - fico il blog Fin-occhio!

madmac ha detto...

L'amicizia è una forma di amore impregnata, intessuta di eticità. (F. Alberoni)

Heike ha detto...

@ NN: ;-)
@ artemisia: è come l'alcolismo, non si guarisce mai veramente...
@ signo: sapevo che avresti apprezzato il link!
@ madmac: è inutile, mi sei superiore, questa sfida mi vede sconfitto (tu puzzi).

Giuseppe Iacobaci ha detto...

Alberoni è una forma di parmigiano pensante, infarcita di grana. (G. Iacobaci)

Mr. Heike, posso dirle che poi c'è anche chi considera un onore la sua, di visita? Il tuo blog (hoplà, un rigo e ti do del tu, vedi com'è facile fare amicizia sul web) millanta ottusaggine e invece è deliziosamente intelligente...

Heike ha detto...

Sciocco...(arrossisce e abbassa lo sguardo, pudico)

Daniel ha detto...

Purtroppo il commento te lo lascio ora anche se il post l'ho letto ieri sera, ma in camera non ho la connessione e leggevo dal feed che scarica quando possibile gli aggiornamenti. Se avessi degli orari regolari si noterebbe che internetto sempre dalla facoltà (o da casa nei fine settimana).

Mi chiedevo, non sarò mica l'unico asino che ride da solo davanti al computer quando legge dei post del genere (per fortuna il mio compagno di stanza non era ancora tornato).

Per fortuna non ti sei accorto di non avere neanche il pavimento, se no non avresti potuto concludere il post.