martedì, dicembre 18, 2007

Qultura Alta

Ciao amici, ciao a tutti.
Sono di nuovo io, Luke Perry, qui con voi dopo una lunga assenza. Non potete immaginare quanto mi siete mancati, in questi lunghi mesi, durante i quali ho dovuto affrontare prove terribili: dovete infatti sapere che, mentre facevo surf a Pasadena, sono stato aggredito da uno squalo, che mi ha staccato la testa di netto. Per fortuna, due settimane dopo un peschereccio ha ucciso la feroce belva e recuperato la mia testa compresa di fluente chioma. Certo, il mio medico dice che adesso ho il 37% in meno di materia cerebrale, ma non sento poi tanta differenza rispetto a prima, e poi lui che ne sa, non è nemmeno un vero dottore.

Ma veniamo a noi: cosa c'è di più bello, il giorno di Natale, che andare a vedere un bel film con tutta la famiglia? Ed è per questo che oggi parleremo de I FILM DI NATALE!

Natale co' li mortacci tua e de tu' nonno, di Neri Parenti, con Christian De Sica, Umberto Eco, Alberto Arbasino, Giampaolo Pansa, Massimo Cacciari e i Fichi d'India.
Un affascinante impresario teatrale decide di organizzare una turneè in un paese esotico per mascherare alla moglie la propria relazione con una attrice della sua compagnia, però poi sbaglia volo e finisce su un'isola tropicale dove sarà costretto a partecipare ad un programma di dimagrimento per intellettuali di sinistra oberati da vita sedentaria. All'inizio si scontra con i suoi compagni di vacanze, ma in seguito si unirà a loro e guiderà l'assalto alle cucine al grido di "All'attacco dell'abbacchio, compagni!"

Natale al Sestriere, via Garibaldi 12, interno sette, citofonare Giavassi, se non risponde nessuno chiedere al tabaccaio all'angolo di Carlo Vanzina, con Massimo Boldi e Tom Selleck.
Tom Selleck decide di passare le vacanze natalizie sulla neve insieme alla famiglia. Ha però un terribile incidente che lo manda in coma. Dopo due settimane si risveglia solo per scoprire che, per salvargli la vita, hanno messo il suo cervello nel corpo di un immondo grassone italiano. Non solo, ma il cervello dell'italiano è nel suo, di corpo, e ne combina di ogni! Indimenticabile la scena in cui Boldi si pulisce il culo con le camicie hawaiane di Selleck.

Natale triste, di Giuseppe Piccioni, con Stefano Bentivoglio, Margherita Buy.
Lei viene licenziata la vigilia di Natale, lui a Natale. Si fissano, non sanno cosa dirsi. I bambini hanno problemi con i nuovi compagni. La cognata si separa. Il nonno muore. Il tubo dell'acqua si rompe e l'idraulico non può venire prima di giovedì. La pasta è troppo cotta. Il cellulare non prende. Un altro capolavoro del cinema italiano.

Christmas Happiness! di Stephen Janger.
Il nuovo film di animazione della Pixar ci racconta una favola senza tempo: cosa succederebbe se tutti nel mondo potessero volare e cantare ed essere felici? Jimmy Jommi lo scoprirà quando arriverà nel meraviglioso mondo di Felicilandia, dove il sindaco è Babbo Natale e ogni giorno è Natale! Film distribuito dall'Unione Italiana Dentisti .

La parete bianca che mi fissa 2 di Kim-Woo-Ze-Hai-Ko-Des-Qui e Alvaro Cianfolotti. Il seguito del celebre lungometraggio ci riporta nell'appartamento della ragazza bionda del primo film. Sono passati alcuni anni, ma ancora non succede niente, proprio come l'altra volta. E come l'altra volta, per sette ore.

Telefona a Santana, digli che è un uomo morto! di Michael Stansenberger, con George Clooney, Susan Sarandon e John Travolta. Un western moderno. Un uomo in cerca di vendetta arriva in una piccola città sulle tracce di colui che l'aveva tradito. Il suo piano è diabolicamente semplice: telefonare a tutte le case della città e chiedere di lui, per scoprire dove si nasconde. Purtroppo i suoi piani andranno rivisti, perchè non c'è campo e anche di batteria ce n'è poca e il caricabatteria vedrai l'ha lasciato nell'altra valigia.

Buon Natale, e ci vediamo al cinema!

10 commenti:

Weltall ha detto...

Ciao Luke, che piacere risentirti dopo tutto questo tempo!
Mi spiace per il tuo incidente, ennesima comunque conferma che gli squali mangiano ogni genere di zozzeria ^___*

( @ R d ° ha detto...

Potresti parlare anche dei VERI film di natale, tanto le trame sono sempre le stesse... (da leo e dal cecche mi aspetto qualcosa di meglio... venerdi vo a vederlo... poi ti racconto)

( @ R d ° ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Leonardo Pieraccioni ha detto...

Hai dimenticato il mio film: "Un Natale bellissimo", con Estrella Fanqualez, Alessandro Haber, Alessandro Paci e Alessandro Cecchi Paone. Un timido ma scherzoso panettiere di Campi Bisenzio si innamora di una ballerina di lap-dance extracomunitaria. Riuscirà a conquistarla con la schiacciata con l'uva.

Verrocchio ha detto...

Oh, Luke, sei tornato!
Finalmente... le tue recensioni sono eccezionali!

Niccolò ha detto...

Bellissimo! Soprattutto "Natale Triste"! :)

madmac ha detto...

uno più bello dell'altro.
ah, Santana non lo trovi perché è in tour

Artemisia ha detto...

FABRIZIO Bentivoglio.
Non mi ribattezzare l'affascinante tenebroso Bentivoglio, please!

Heike ha detto...

No, è che Enrico è il fratello triste di quel gran mattacchione di Fabrizio...

VelaPoma ha detto...

caro heike,
e la versione di Ozpetek? come .. per i grandi pranzi e cenoni del periodo come piuoi dimenticare la magia dell'italo turco e chissà cosa altro.....