martedì, febbraio 19, 2008

Qualche moneta, giovane?

Io, più mi trattano male e più mi convincono, nella vita.
Che se metti caso son fuori con la Elle e arriva uno di quei ragazzi con le rose - che son sempre i soliti tre da diecianni, porca miseria, non una parola di italiano si hanno imparati, una parola che sia una - e timidamente si avvicina e chiede - intuisco - se ne voglio comprare una per la mia ragazza, io, che non mi lascio fregare dalla facile retorica, rifiuto sprezzante e mi alzo in piedi, lo minaccio e lo allontano di malo modo, che alla fine la Elle ci resta male e gliele compra lei, le rose, tutte gliele compra (poi le butta).
Ma se invece cammino per strada e mi si avvicina minaccioso un punkabbestia brandendo un collo di bottiglia insanguinato e mi grida "Bastardo, sgancia uno spicciolo!" io mi intenerisco, non so resistere, mi commuovo e gli lascio qualcosa, come fare a dir di no?

3 commenti:

Ed! ha detto...

parole sante fratello, parole sante!
tutti insieme signori gridiamo aaaamen al signori e alleluja per la sagge parole di questo nostro fratello.

Sei sempre er mejo!
(dopo il punkabbestia)

marina ha detto...

le buone maniere sono poco convincenti...
marina

Pfd'ac ha detto...

Corsi di grammatica nei CPT?