giovedì, settembre 27, 2007

No comment

Ero indeciso su quale post scrivere oggi, se quello sul perchè sconsiglio gli ombrelli piccoli quando piove abbestia e avete le scarpe di vellutino dell'Adidas ai piedi, o quello sulla geografia spiegata attraverso i fatti di cronaca nera (quello domani, dai). Alla fine invece faccio quello sulla cocente delusione che ho provato stamattina, quando, all'apertura di Outlook, non ho visto nessun commento sul blog.
Come?
Nessun commento?
Ho scaricato la posta tre volte, poi per sicurezza sono andato sul blg a controllare.
Ma che succede?
Mica ci si comporta così...io mi ero abituato...
Bashtardi...*
Vabè, però è partito lo spunto per una riflessione. Alla fine la blogosfera è un luogo sociale di aggregazione, ci si conosce, ci si legge, ci si commenta...che poi il commento è proprio l'appiglio per farsi conoscere, no? "ehi, quanto hai ragione, il tuo blog è una figata, sei un grande, anch'io ho scritto un post sulla disutilità** di Rutelli, perchè non vieni a trovarmi" e il sottinteso (non sempre, ma il più delle volte) è "VOGLIO UN LINK! DAMMI UN LINK, CAZZO!!!".
I blog che mi piacciono li ho conosciuti o tramite link su altri blog che mi piacevano (anf) o tramite i commenti che mi venivano lasciati. E' strano, ma il simile attira il simile: se il mio blog ti piace e lo leggi, è probabile che a me piaccia il tuo - che facciamo (con voce bassa e profonda) ce lo scambiamo il link?
E i commenti, dicevo: si va a fittonate***: spesso chi arriva qui e, per qualche motivo che ignoro, trova apprezzabile ciò che scrivo, mi lascia commenti ogni giorno, va anche a cercare i vecchi post e commenta anche quelli, poi dopo qualche settimana i commenti si rarefanno, uno alla settimana, poi uno al mese, poi più niente, vado a trovare il visitatore sul suo blog e, suspence! al suo posto ci trovo una vecchia che afferma di vivere lì da quarant'anni.
Che poi faccio così anch'io, tipo che Weltall lo leggo tutti i giorni, ma non lo commento più - o Artemisia, che leggo in feed, o Madmac, o Roberto, o Daniel.
Perchè poi? La community che non cresce...o non è piuttosto che alla fin fine viene fuori l'anima più vera e sincera, il tizio che si scrive il diario pubblico e vuole che tutti lo leggano e gli dicano che è un ganzo ma non vuole andarlo a dire agli altri? Mi interessa davvero l'aspetto sociale? O forse, non è sempre il solito triste e inutile giochino solipsistico?
Ma soprattutto, Mike l'ha fatto apposta a non chiamare sul palco la Goggi?****

Note:
* non è un'offesa, ma un simpatico rimbrotto, merdacce.
** dicesi di cosa (o persona, o Rutelli) che non è utile, ma proprio per nulla, e te la guardi e dici: ma perchè?
*** dicesi per quando tipo te ti piglia la fissa di fare una cosa e la fai e ne parli in continuazione, poi dopo t'annoi e la lasci perdere.
**** io non ho la televisione*****
***** davvero (sono un figo, neh?)

PS: tutta questa menata per vedere quanti arrivano fino in fondo e leggono questa umil richiesta: ispirandomi ad Albo, inauguro il mio umile, modesto e personale de-lurking day: voi lettori tutti, abituali e no, abbonati in feed, passanti, usali commentatori e invisibili lurker, mi lasciate un commentino, così domani mattina il cuore mi si riempie di gratitudine e amore verso il mondo? Grazie, lasciate un obolo, qui, nella cassettina dei commenti, grazie, grazie...
PPS: non accettiamo commenti in lire italiane, travellers cheque, assegni postdatati e carte di debito, grazie.

13 commenti:

Verrocchio ha detto...

Ave!
Forse ti ricordi di me per commenti come "Ah, ma che figo il tuo blog ecc.ecc."...

Ti leggo da quando ti ho scoperto dal blog di Davide (o forse ti leggevo ancora prima di scoprirti, perchè sentivo la mancanza del tuo blog, anche se non sapevo che quella punta di acidità della sera fosse proprio la mancanza dei tuoi post).

Ora passo di qui appena tengo un pc a portata di mano e ti ringrazio per come scrivi (non è una captatio benevolentiae, sia chiaro...). Non commento sovente perchè temo le mie banalità.

Ah, ti prego di esporci la tua geografia attraverso i casi di cronaca nera.

A presto, Andre

P.S.: ho visto che hai linkato il mio piccolo spazio -PaleoZotico-; grazie anche di questo.

scott_ronson ha detto...

Io sono uno che legge molto e commenta poco. Spesso perché in effetti non so bene cosa dire/aggiungere a quello che ho letto e scrivere, o perché spesso e volentieri non scriverei altro che "Bello!" o "ROTFL" o faccine.
D'altro canto, da blogger so che questo è crudele perché, in fondo, noi altri si vive per i commenti. ^_^
E io quando un post resta con pochi commenti (pochi anche rispetto alla mia media) un po' mi incupisco. Quindi immagino che pure gli altri...
Cmq ecco il mio obolo-commento. Sì, lo so, quello lì sembra un fabbro nudo, ma ti assicuro che sono queste le nuove monete da 50 euro.
Come? Quella "L."? Sta per "lussuosi".
(HK avvicina la monetina al viso, poi c'è un botto, un sacco di fumo. Rumore di passi che si allontanano di corsa.)

a.

Roberto ha detto...

Io non ho commentato semplicemente perchè non sono riuscito a seguire un akka(kappa) di quello che hai scritto! Oh! L'ho detto! :-)

Weltall ha detto...

Ricevere i commenti è una cosa molto piacevole devo ammetterlo (ho apprezzato molto il tuo intervento nel post dedicato a 300). Ma è bello sapere che c'è chi ha la pazienza e la costanza di leggerti quotidianamente anche se non commenta ^____^

madmac ha detto...

no, aspe' aspe', io ho una scusa bellissima... che siccome io non uso i feed, che ancora manco ho capito che cazzo sono i feed, anche se il bottoncino l'ho messo pure sul mio blog così quelli che sanno usare i feed si feedano (vatti a feedare...), però io mica ci capisco granché... allora capita che nessuno mi avverte quando c'è un post nuovo di HK (anche perché non è più quello di una volta che postava ogni giorno raccontando di quella tipa che ha rimorchiato fuori dalla disco, o quell'altra con cui si è finto un miricano per far colpo, anzi addirittura questi vecchi post li ha cancellati... (e guarda che bella parentesi che t'ho fatto (poi dici che non imparo niente))) così ogni tanto me ne scappa uno. Però in compenso ci sono giorni in cui torno più volte, voglioso di leggere un nuovo post, aggiornando ripetutamente la pagina. E facendoti aumentare in modo spropositato gli accessi.

Peephee ha detto...

'Un anna, un anna, o protettore dei poveri. Fai la carità ad un povero chela.'
Ti seguo sempre... guardati dietro le spalle e lì sarò io.

Edo ha detto...

Che poi neanche io ho capito cazzo sono sti feed,cioè una volta pensavo di averlo capito poi qualcuno su un blog mi ha smentito.
Comunque il tuo blog è una figata, sei un grande, anch'io ho scritto un post sulla disutilità di Rutelli, perchè non vieni a trovarmi?

Skiribilla ha detto...

Non hai la televisione e metti le note in soprannumero... Ottimo.

Credo che sia una cosa usuale, se non c'è amicizia vera fra chi commenta e chi ha il blog, che prima o poi si diventi meno assidui nello scrivere opinioni.
Il passaggio da link a link facilita nuove scoperte e incita facili tradimenti...

Daniel ha detto...

Tutta la questione della psicologia del Blogger... Tra l'altro sapevate che è uscito un libro di filosofia del Dr House? Non scritto da lui, ma da tre studenti italiani che c'hanno fatto su una tesi di laurea, mi pare.

Senti, io però non ti lascio un commento perché mi sembra immeritato. Sai quelle partite a pallone in cui giochi da schifo con i tuoi amici e segni quando ormai anche il portiere prende per andarsene a fare la doccia... 5 minuti prima che tu infilassi la palla in rete. Non c'è gusto.

Facciamo un patto. Se tu scrivi di blogging io commenterò, se non scrivi di blogging... beh, allora dipende se ho qualcosa da dire.

Comunque è interessante che tutti i blogger hanno gli stessi problemi su per giù, no?

Daniel ha detto...

Orca, alla fine un commento te l'ho lasciato e non volevo neanche!

Orca, con questo sono pure due. Mi sono messo nel sacco da solo!

sign:o ha detto...

santoscielo!, accakappa, tutti questi mesi e ancora non hai capito come funziona il meccanismo dei commenti. è facile, te lo spiego con calma.

fase 1. scrivi il commento.

fase 2. lo fai commentare da un commentatore anonimo, mediamente o totalmente stupido (come la nostra Geena: un personaggio rintronatissimo che studia al dams, usa tante emoticonS e quando a scuola spiegavano la punteggiatura era a casa con la pertosse), in modo che l'incredibile arguzia del suo commento non intimidisca gli altri lettori. ovviamente il commentatore anonimo sei tu.

fase 3. aspetti che i tuoi abituali lettori commentino il post da te selezionato tramite l'opzione del commentatore anonimo.

funziona sempre. sostanzialmente voi commentatori siete tutti dei caproni. (brutta razza, i commentatori.)

comunque io ho smesso di commentare chicchessia perché, per come macina la mia mente contorta, il commento lo scrivi per far pubblicità a te stesso, per il tuo utile e basta. quindi se davvero ti piace un blog e il tuo amore è sincero, lo guardi in silenzio e non lo commenti.
"ma allora perché incentivare i commenti altrui, auto-commentandosi?", ci chiederemo a mio riguardo. boh.
"ma soprattutto, com'è che anche quando commenta i post degli altri riesce sempre e comunque a parlare di se stesso?", ci richiederemo a mio riguardo. riboh.
ok, la pianto qui, ché devo andare a rispondere ad un mio commento ad un mio post.

makkox ha detto...

...eh?
Skiri m'ha detto di lasciare un commento qui, ma di non leggere il post che è lunghetto e con troppi asterischi.
Vabbuò, fatto.
;)
Cià, M.

Artemisia ha detto...

Caro Accakappa che mi leggi in feed,
la vuoi smettere di essere comment-addicted? Disintossicati! A tutti fa piacere ricevere commenti ma non si mette in piazza così le proprie debolezze! Un po' di contegno!
Io ho 26 (VENTISEI!) blog da leggere in feed. Adoro leggere i post e commentare. Di sicuro lo preferisco ad accompagnare i figli al calcio, fare la spesa, caricare la lavatrice, ecc. (ma che palle queste donne!). Così appena trovo un momento di pace (come ora che i figli sono al circolino a vedere la Fiorentina e mi hanno lasciato libero il PC), mi collego, apro Google reader e mi dico: "Caspita quanto hanno scritto i miei amici blogger! E chi ce la fa a leggerli tutti 'sti post?!" Allora come fanno le professoresse a scuola, a volte inizio dalla A di Accakappa a volte inizio dalla V come il nostro amico Verrocchio, a volte da metà per esempio dalla D come Davide. Sorry, a chi tocca tocca! Porta pazienza e vedi di commentare un po' anche te, furbino!
Te piaciuto questo commento? Praticamente mi vai in overdose.
Un bacione,