martedì, febbraio 20, 2007

Il Codice da V...da Vi...inutile, non mi viene

Ora, a me che me ne viene? Posso stare qua a parlare per ore, ma nessuno mi paga, quello che scrivo lo scrivo io perchè mi va, il blog non è un pensatoio, è uno sfogatoio, il vero pensatoio è il gabinetto, è lì che la gente (io) pensa, poi accende il computer e scrive sul blog quello che ha pensato. A me che me ne viene di infilarmi nella polemica sul Codice Da Vinci, soprattutto ora che è ormai finita? Nulla, e infatti non mi ci infilo, per me nient'altro è che un romanzaccio d'avventura come tanti ce ne sono, diventato famoso perchè a un certo punto si è innescato un fenomeno autoalimentante, con la gente che comprava il libro perchè era celebre, e il libro che diventava celebre perchè la gente lo comprava. Pazzesco. Quello che mi fa rabbia è il contorno puzzolente, la gente che chiude l'ultima pagina con gli occhi sconvolti, balbettando cose tipo "ma...ma allora la Chiesa ha sempre mentito?..." Svegliaah! E' un romanzo, la tesi che (attenzione, sto spoilerando, ma tanto mi sa che sapete tutti di cosa parla 'sto libro) Gesù non sia morto in croce, ma si sia sposato con la Maddalena e trasferito in Francia è una vecchia idea, tanto che nell'82 tre pseudo-esperti inglesi ci fecero un saggio anche piuttosto celebre ai tempi, ma soprattutto noi che abbiamo un robusto background da nerd sfigati la conosciamo bene, perchè è la tesi su cui si basa il meraviglioso capolavoro di Garth Ennis: Preacher. Ma torniamo a bomba: perchè ce l'ho con questo libro? Perchè mi tocca sopportare un supplizio di Tantalo ogni volta che qualcuno si sente di poterlo usare come strumento contro la Chiesa. Cosa?! Non ti bastano le crociate, l'inquisizione, hai bisogno che arrivi un uomo col parrucchino a dirti le cose brutte? Argh! E' un libro scritto da schifo, porca miseria, non importa che dica o meno la verità (ma figuriamoci se la dice) quello che conta è che fa schifo, schifo, schifo, è scritto con i piedi, argh, quanto odio il Codice da Vinci, l'ho anche letto, di più, l'ho comprato, in edizione iper-extra-economica, per pura curiosità, senza essere prevenuto, ah, un romanzo di avventure esoteriche, chissà se parla del perchè i lavori stradali non finiscono mai, e invece mi tocca leggere una cosa che Dan Brown ha scritto mentre guardava la televisione - si sente, porca miseria, i dialoghi sono tipo telefilm tedesco del pomeriggio di Raidue. E poi tutti a rincorrersi, la Cei a dire che è un libro blasfemo, il papa che si fa peccato, Franco Cardini a dire come e perchè è un libro impreciso, l'Agesci che non va bene, Prodi che piange, Silvio che vomita...e dall'altra parte un coro di fighetti che invece è tutto vero, che la chiesa è il male, che sono cristiano ma a modo mio, che la verità qui e lì...ho trovato, ho conosciuto, c'ho parlato! con persone che dicono che è il più bel libro che abbiano letto, e mi viene il dubbio che forse in tutta la vita ne hanno letti altri due, i Promessi Sposi (a scuola) e le barzellette di Totti, ma quello delle barzellette non l'hanno ancora finito.
Io sono una merda, un intellettuale snob del cacchio, se a uno non piace leggere mica è un male, anzi, ma poi non mi può rompere dicendo che un libro brutto - oggettivamente brutto, non ci sono cazzi - è il libro più bello del mondo solo perchè ci si deve sparare le pose da anticristo. Io c'ho litigato con uno, per questo, e lui ancora si chiede perchè mi sono alterato. Non so, forse mi altero perchè non tollero l'approssimazione, o le banalità, o tutte e due, o magari perchè mangio troppo salato.
Si, vedrai è quello.
PS: del film non ne parlo perchè mi rifiuto di vederlo. Eccecazzo, a volte bisogna essere inflessibili.

5 commenti:

Adzo ha detto...

Filippuccio mio...l'arte del compromesso non e' il tuo forte, lo so, ma potevi andarci piu' soft..anzi avresti DOVUTO andarci piu' soft.
Il problema e' che sei entrato nella mischia dei "fondamentalisti della scrittura". Esatto, hai capito bene...non hai saputo rimanere in quel 99% dei lettori che, pur avendo letto poco o tanto, hanno letto il libro ed hanno detto: beh, senza infamia e senza lode...ho letto di meglio..e di peggio!
Hai fatto il passo falso di non saperti fermare a giudicare un libro, ma l'idea stessa che un libro rappresenta e, cioe', la stimolazione della fantasia. Devi ammettere anche tu che il libro lascia molti spunti a voli pindarici mentali, e questo secondo me e' un bene.
Purtroppo sei caduto anche te nel sopracitato "fondamentalismo" che ti ha imposto di dover prendere posizione e dire qualche banalita' oltransista tanto per definire un giudizio netto. A questa girata hai sbagliato...dovevi continuare ad "ignorare" come molti lettori hanno fatto, piaciuto o meno il libro. In quel modo avresti effettivamente dotato di mancanza di considerazione un opera a tuo giudizio mediocre. E te lo dice uno a cui non e' piaciuto particolarmente...
Sul mangiare salato comunque concordo con te...a me fa scorreggiare.
ti amo comunque...

alessandro ha detto...

Ennis con Preacher ha messo la pietra tombale sulla possibilità di racocntare storie con la linea di sangue del Graal, in effetti ^__^
E cmq io, da lettore di martin mystère, ebbi queste reazioni, leggendo il codice: "ah-ah, certo, beh, come credevano che fosse? No, qui è sbagliato... ok, certo, ok. Bof".
Il problema è che il codice è il brutto seguito di un libro _divertente_, "Angeli e Demoni" e ne replica lo schema portando tutto agli estremi (apposta per fare casino) e riuscendo, in fin dei conti, piuttosto ridicolo.
Però, come diceva Evangelisti, qualcosa che butta così tanta merda sull'Opus Dei... -_^

Accakappa ha detto...

@adzo: maledetto...ma alla fine il mio mica è un giudizio di merito sul libro o i suoi nefasti effetti - ti capita mai di ascoltare qualcuno che dice un'emerita merdata e pensare "ora mi sfavo"? Ecco, a me capita quando penso al CdV. Però è vero, mica ci si può arrabbiare tanto per un fenomeno di costume...però banalità oltranziste io non le dico!
@ alessandro: benvenuto! Da ex-lettore di MM ti capisco, anzi: hai presente questi quiz tipo "chi vuol essere miliardario"? Capita mai anche a te di azzeccare molte risposte proprio grazie all'infarinatura di cultura generale inutile che ci ha dato il bvzm? E le belle figure davanti alle incolte masse? ;) Ma tornando al codice: chi sono io per non essere d'accordo con Evangelisti? Appresto!

Anonimo ha detto...

care le mie bimbe, è un piacere leggervi mentre vi auto-incazzate. strano, sono a milano e mi sembra di piotervi vedere là davanti al tavolino del red devil l'uno (azzo) in camicia squadrettata e jeans taglia ormai prossima alla 54, stivale texano, orologio da 700 euri con una vena enorme che pulsa nervosamente sulla tempia; l'altro (cardo) dalla calma apparente, jeans azzurro, maglione nero leggermente infeltrito, capello ormai confuso ed infelice di essere curato e riportato in vita, occhio fermo, deciso e vigilie, riesce a mantiene un perfetto autocontrollo della polveriera che alberga in sè.
Sul vostro dibattito non oso intromettervi ma è meraviglioso vedere che dopo più di dieci anni non siete cambiati per un cazzo
:-)

alessandro ha detto...

^___^
cerrrto, Martin Msytère permette di fare sfoggi incredibili di nozioni spicciole davvero incredibili...

La frase di evangelisti viene da un raccontino pubblicato su Carmillaonline in cui Eymerich processa nell'aldilà un tale Daniele Marrone...
:-DDD

a.