venerdì, aprile 20, 2007

Yawn

Ho parecchio sonno, può darsi anche qhe faccia cualche errore grammaticale, visto che sono quasi sonnambulo. Ne approfitto per fare l'ennesimo post sempre sul solito vetusto argomento della legislazione sulle coppie di fatto, che è un argomento che è sempre alla moda, come le gondole souvenir di Venezia da mettere sulla televisione o le palle di vetro con la neve che scende, che meraviglia.
Ultimamente però paremi che l'offensiva della CEI si sia un poco attenuata: vuoi perchè ci sono emergenze ben più importanti che distraggono il paese (vallettopoli), vuoi perchè Bagnasco ha altre cose a cui pensare (vallettopoli), vuoi perchè il parlamento ha messo da parte l'argomento per concentrarsi su altro (vallettopoli), vuoi infine perchè a tutti ci interessano di più le cronache delle feste sulla barca di Briatore che i diritti civili, insomma, siamo a punto che dei DICO nessuno parla più.
Per rinfocolare la polemica ci vorrebbe una nuova uscita di un qualche eminenz, una bella grossa, che poi se ne parla per settimane e alla fine niente, tutto è uguale a prima. Raccogliendo al volo (dopo tre mesi) l'idea di Portmeirion (grazie per l'idea, Portmeirion) (sono stanco, ho sonno, non venitemi a dire che è un'idea di un altro. So benissimo che non sono un generatore, ma solamente un riutilizzatore: io di originale non c'ho niente, manco il peccato), ecco qua una bella lista da me creata di frasi da buttare nella mischia per generare polemica, ad uso e consumo delle gerarchie ecclesistiche:
Vai con la vis polemica.

I DICO sono a favore del terrorismo.

I DICO generano inquinamento elettromagnetico.

I DICO non mettono i file in release su Emule.

I DICO fanno squillare il cellulare al cinema e a teatro, poi rispondono e urlano "non posso rispondere, sono al cinema. No, non posso rispondere. Si, al cinema. Con Michele e la Gianna. Spiderman 3. Domani? A che ora? Va bene, vai. Davanti al bar, si. Si ora però ti devo salutare, scusa ma non posso parlare, sono al cinema. Che contratto? Ah, ho capito, lascialo lì. Ah senti, un'ultima cosa che sono al cinema e non posso parlare, l'hai chiamato l'avvocato?"

I DICO non parlano la lingua e non rispettano le leggi del paese che li ospita.

I DICO portano il cane ai giardini ma non raccolgono la cacca.

I DICO ascoltano a tutto volume quella musica che non è musica è rumore.

I DICO scoreggiano in ascensore.

I DICO riempiono le caselle di posta con spam.

I DICO parcheggiano in doppia fila.

I DICO ti tirano gli schiaffi nel collo quando ti tagli i capelli.

Adesso non me ne vengono altre, ma chi vuole partecipare può farsi avanti.
(grazie ancora a Portmeirion)

7 commenti:

Numero 6 ha detto...

Grazie a te.

alessandro ha detto...

Una volta ho prestato un numero di Vampirella a un DICO e quando me l'ha restituito c'erano tutte le pagine appiccicose.

a.

me ha detto...

...hai dimenticato che portano la violenza negli stadi!!!

kiara ha detto...

I DICO distruggono l'economia come i cinesi..

Weltall ha detto...

I DICO aiutano le vecchiette ad attraversare la strada quando c'è il semaforo pedonale rosso, abbandonandole in mezzo alla careggiata.

Miky ha detto...

I DICO fanno ingrassare

I DICO portano sfiga

cmq quoto ciò che hai detto, e seguendo le vicende in tv, sulla nascita del Partito Democratico, tutta questa unità tutto questo (falso) modernismo lo guardo un pò con ribrezzo,vuoi perchè se già il prescritto Berlusca ha aperto le braccia al nemico, la truffa c'è,vuoi perchè se sento odore di grandi intese sento anche odore di patti e accordi oltre la legalità.
I DICO non sono più una priorità questo è l'alibi, la Chiesa ancora una volta ha messo il veto sulle questioni POLITICHE di uno stato LAICO questa è la verità.

Accakappa ha detto...

Gente, che dire? Sono contento che il giochino sia piaciuto, e spero che i commenti non si esauriscano qui. Un giorno, quando avremo raccolto un poco di info sui nefasti effetti dei DICO, li raccoglieremo in volume e li invieremo a Bagnasco.
Ciauz