mercoledì, maggio 09, 2007

Il conto, grazie

Sono dieci minuti che sto pensando a come iniziare. Scrivo una frase e poi la cancello. Mi rosicchio un po' di unghie, dò un'occhiata a Repubblica.it, scrivo un'altra frase, la cancello, controllo la posta.

A volte qualcuno mi chiede (ma no, non è vero, mica me lo chiede nessuno): dove le trovi le idee per un post al giorno?
E io: boh.
Chissà quanto tempo ci perdi.
Ma no, una mezz'ora prima di uscire dall'ufficio.
E come fai, ti prepari prima?
Eh? No, improvviso, qualcosa mi viene sempre in mente.
Non ci credo, secondo me le pensi la notte e poi il giorno scrivi e scrivi invece di lavorare.

In realtà è vero, non è così facile come la metto io. Come adesso, che so cosa voglio dire, ma non so 1 - come arrivare a parlarne 2 - come finire questa lagna autoreferenziale.
Perchè vorrei parlare di cibo, oggi, del fatto che ho sempre fame, e secondo me è una questione genetica, generazioni e generazioni di avi contadini che per tutta la vita hanno mangiato solo polenta e patate, ammazzandosi a lavorare nei campi, e adesso mi impongono di mangiare anche per loro.
E che, ci scordiamo l'aspetto politico del cibo, che ogni volta che c'è una qualche crisi (morale, etica) siamo tutti a parlarne di lasagne al forno, coda di rospo in guazzetto e verdure alla julienne, tipo che come accendi la televisione (sempre lì si torna, moan...) da qualche parte un programma di cucina ce lo trovi, e allora cosa significa? che il popolo bue lo si distrae con il sugo all'amatriciana? Mah, a me la fame rimane, e finisce che mi preoccupo anche delle questioni morali.
Eh? Come? Perchè parlo di cibo? Ah, bè, è semplicissimo. Io - lo dico, ma me ne vergogno - ho una lista di argomenti da trattare sul blog (ECCOLO, L'ORRIBILE SEGRETO! AH-A!!) che uso quando non so di cosa parlare. Se non sai di cosa parlare taci. Giusto. Però non è che non ho niente da dire, è che non mi viene in mente niente, è diverso. Cose da dire ne ho tante, lo dimostra anche la mia lista (vedi? ho una lista), e ogni volta che mi viene in mente qualcosa me lo appunto, in modo da farci un post sopra, prima o poi, quando non ho argomenti più pressanti.
Sono un uomo molto, molto malato, lo so.
E insomma, su questa lista c'è un appunto piuttosto vecchio, che evito di trascrivere qui, ma che mi parla di cibo, fame, pane, roba così. Ora, il problema è che quando si prendono appunti si dovrebbe stare attenti a renderli comprensibili anche alla nostra controparte futura: infatti non ho la minima idea di cosa volessi dire. Però volevo parlare del cibo, questo me lo ricordo, ma non ricordo più quale geniale intuizione avessi avuto, ma vedrai non era tanto geniale, sennò me la ricordavo (e poi tanto non ho mai intuizioni geniali), e allora devo arrabattarmi, perchè voglio parlarne ma non so cosa dire. A meno che non volessi dire qualche banalità, tipo che secondo me il cibo più buono del mondo è senza ombra di dubbio il piatto di fagioli che Bud Spencer e Terence Hill si cucinavano nei film di Trinità, quei fagioli unti e sugnosi che il solo pensiero mi fa appetito ancora adesso.

5 commenti:

Kiara ha detto...

Mammamia che gola!
Tutte le volte mi facevano venire una fame a vedere quelle megascarpette col pane..
Baci.

Artemisia ha detto...

Senti un po', ma con tutta quella fame come stai ad adipe?
Non lo dire a nessuno: anch'io ho una lista di argomenti per il blog. Anch'io spesso non mi ricordo cosa volevo dire quando ho preso l'appunto. Per esempio, in tema, ho un appunto "genitori e figli, rapporto con il cibo". Ma che diamine volevo dire?
Infine, scusatemi, ma i fagioli non mi commuovono. Per me il cibo piu' buono del mondo e' la cioccolata!

alessandro ha detto...

Qualche anno fa, con il mio coinquilino c'era il rituale della fagiolata del martedì...
Rigorosamente vietati forchetta e cucchiaio, si andava di mestoli di legno e pane bruschettato.
Mai mangiato nulla di più buono.

a.

makkox ha detto...

Ragazzi, anche io ho una lista di argomenti. Per i commenti, però.

Ognuno ha il suo metodo, zut!
Oggi l'argomento è... (vedo)...
Le Scimmie.

...

non ciai niente per piazzare un commento sulle...
ok, chiedevo solo.
non è che il prossimo che scriverai sarà sulle... non è in lista dici.
Vabbuò.

Bel post, comunque.
Specialmente laparte dove le scimmie mangiano quei...
ECCHETINCAZZI?
Ce stavo a provà! mamma che tipo.
E s'incazza come...

..COME 'NA SCIMMIA! (HA!)

FINE (ormai è detto ed è pertinente, zitto)

Ciao, Mak

(no, non puoi ribattere nulla. Ho salutato eh?! scusa sa...)

Accakappa ha detto...

Prossimo post: scimmie che mangiano fagioli e ne subiscono le terribili conseguenze