lunedì, maggio 07, 2007

Neuroni sopraffatti

Mi si dice che sbaglio a prendermela, io uomo (insomma, uomo è una parola grossa, diciamo ometto) (...ma questa battuta l'avevo già fatta?) di sinistra, a prendermela, dicevo, con certe persone pubbliche che si dichiarano di sinistra, e come tali si palesano (o pensano di fare), tipo la Dandini, che almeno promuove cultura. Mi si dice, inoltre, che a ben vedere sembra che faccia l'elogio di altri che invece non sono affatto in grado di propugnare alcunchè, tipo, chessò, Fiorello, Radio Deejay, Spiderman e le multinazionali. Mi si dice, insomma - ma sia chiaro, al di fuori del blog - che sembra che stia facendo un gioco al massacro, che disprezzo l'intrattenimento intelligente e valido della sinistra italiana e invece esalto quello a-politico, a-sociale e a-etico (e perchè no, pure qualunquista) che va tanto di moda, vedi Le Iene e Striscia la Notizia.
Beh, è vero.
E' vero, che me la prendo con la sinistra, che la destra (intesa come contenuti, come visione del mondo, non come orientamento politico) mi lascia indifferente, al massimo mi fa dire boh, non vi capisco, ma sono io che sono ottuso, mica voi che siete fascisti (certo).
La sinistra intelligente mi fa rabbia. Mi fa tanta, tanta rabbia. Mi fa tantissima rabbia, perchè mi aspetto cose intelligenti, non stronzate qualunquiste e modaiole. Mi fa rabbia vedere un programma come quello della Dandini (rieccoci) che è tutto un fare battutine su Berlusconi, poi arriva Vergassola (che io devo ancora capire chi ha deciso che questo è un comico) e fa taaanto ridere con le sue battute sul sesso, che non mi ricordo chi (Orazio, credo) diceva che le cose che fanno ridere sono tre: sesso, politica e morte. Quando arriva il terzo argomento, che non ne posso più?
Si, mi fa tanta tanta rabbia, perchè mi rendo conto che tutta la sinistra italiana ruota attorno a una sola parola: Berlusconi, come prima ruotava attorno alla parola Craxi, e prima ancora alla parola Andreotti.
Sono d'accordo, lo so, lo so, Berlusconi è un criminale, si, lo so, ha fatto questo e quello, conflitto d'interessi eccetera, ma vogliamo provare ad alzare un attimo il livello del discorso? Ma davvero credete che sia lui la chiave di tutti i problemi, l'origine dei guai?
Ora, io lo capisco che la linea politica non la dettano i comici o i cantanti, ma quando sono andato l'anno scorso al concerto dei Modena City Ramblers, e a un certo punto tutto il palazzetto ha cominciato a cantare "Berlusconi-pezzo-di-merda" io mi sono sentito morire. E' tutto qui? Siamo passati dai canti partigiani ai cori da stadio contro un tizio? Non c'è altro? O forse essere di sinistra è solo una scusa per andare al concerto del primo Maggio, farsi due canne, pogare, poi torno a casa e mi faccio una partita alla PS2?
Il problema è chi ti rappresenta, certo, D'Alema e Rutelli non aiutano, Mastella figuriamoci...ma non è forse vero che ognuno ha i governi che si merita? (e questo è vero almeno fin dal 1922)...
Maled...volevo fare un post cauto e tranquillo che spiegava che in realtà la sinistra è un serbatoio di valori, una grande ricchezza, mentre la destra...ma è proprio questo il problema: il serbatoio è vuoto, e a volte mi sembra che l'unica cosa che siamo capaci di dire è "si, ma la destra è peggio".
Ma cosa ci è rimasto come valore, la buona educazione?

8 commenti:

Chris Osmoz ha detto...

Clap Clap
applausi in piedi.

Anche se non è questo che cercavi.

C.O. (alias Mak ;-)

PS
Mò non è che devi andà di la a commentà per forza (hehehe). Magari vatti a vedere l'altro blog che ci tengo ad un tuo parere.
E' un blog carino e beneducato...

me ha detto...

...dammi tre parole...vuoto di idee...
Suonerebbe anche bene, peccato sia anche la verità! Il problema più plausibile che sta alla base è che in certi "posti" ci sta solo gente ormai "fuori dal tempo", sì insomma, gli stessi nomi girano da minimo vent'anni, i tempi cambiano ma quelli restano sempre sulla cresta dell'onda, e non ci credo che tutto ciò sia dovuto alla mancanza di ricambio generazionale...

Artemisia ha detto...

Caro AccaKappa,
mi dispiace ma questa volta non mi trovi d'accordo. A parte il fatto che "Parla con me" e' uno dei pochi programmi televisivi che riesco a vedere (anzi, mi piace proprio, mi rilassa, mi fa sentire "a casa"). A parte che mi piace la Dandini (Vergassola un po' meno). A parte che non e' vero che fanno satira solo su Berlusconi (non so se hai visto la gag sull' "Inciucio Olii" il vocabolario per capire il politichese o l'imitazione di Fassino fatta da Neri Marcore"). A me invece non piacciono ne' le Iene ne' Striscia e non perche' sono di destra, semplicemente non mi fanno ridere. Che ci posso fare?
Quello che invece capisco dal tuo sfogo e che condivido e' la delusione per questa "sinistra" che a conti fatti non si differenzia dalla destra qualunquista e populista di Berlusconi. Anch'io sono molto delusa perche' non vedo una svolta decisa soprattutto sui valori e sulla legalita'. Ricordati: Berlusconi e' solo un simbolo e il berlusconismo in Italia c'e' ancora, e' forte e temo che non sia affatto sulla via del tramonto.
Scusa se mi sono sfogata anch'io....

Accakappa ha detto...

@ chris: e chi l'ha detto che non voglio applausi? :-))) In piedi poi...un consiglio a chi legge: andate sul blog di C.O., è meraviglioso e ti cambia la vita. Io per esempio non ammazzo più le mosche adesso...

@ ME: esatto. tu pensa che, mentre in UK e spagna Blair e Zapatero erano poco più che quarantenni quando sono andati al governo, noi consideriamo ancora giovane Veltroni, che di anni ne ha 53! (anche se lo stimo)

@ Artemisia: attenzione, non prendermi troppo sul serio ;-) Sgombriamo subito il campo: le Iene non le guardo, e solo nominare Striscia la Notizia mi ha sempre fatto venire le bolle. La Dandini è un esempio, mi sta pure simpatica (ma che ha fatto alla voce?) e Avanzi era un programma meraviglioso. Quello che mi dà fastidio è l'infantilismo della sinistra "pubblica", che si crogiola nel suo essere contro tutto e tutti, don Chisciotte senza paura. Ma la Dandini è un esempio non del tutto corretto, lo riconosco, la prossima volta cerco di essere:
1 - più conciso
2 - più diretto
e magari lo rileggo pure, quello che scrivo...
Grazie che commenti, comunque, grazie.

alessandro ha detto...

Tra l'altro, il problema di un certo modo di prendersela con berlusconi è che lo si fa a un livello assolutamente superficiale (è basso, fa le gaffes, racconta barzellette di cattivo gusto) senza mai andare ad affondare davvero i denti in argomenti più succosi.
poi io mi domando sempre che faccia abbia quello che al concerto dei MCR fa partire il coro "berlusconi pezzo di merda".

Bel posto, a ogni modo.
In parte, si ricollega un po' a quanto si stava dicendo da me. Nel senso che in ogni caso si finisce spesso a ragionare per "tribù" e si scarica la causa dei propri mali su quello che fanno gli altri.

a.

Domingo ha detto...

ma perche' sei di sinistra????? santo cielo mi sembri uno ok....non puoi essere di sinistra!!! :-( che tristezza

Accakappa ha detto...

@ alessandro: grazie, sei sempre il benvenuto, e il tuo blog è troppo superiore

@ domingo: uh...non so, cosa devo rispondere? Cioè, è una domanda o una constatazione? Beh, comunque grazie della visita.
Anzi: grazie della visita!!!!! :-)

Verrocchio ha detto...

Ciao, è un po' che seguo il tuo blog e lo trovo davvero intelligente (captatio benevolentiae, dirai: ma no...è vero!) e...mi voglio rovinare, molto arguto!

Volevo commentare questo post, poi ho letto ciò che scrive Artemisia: ecco, sottoscrivo in pieno, così risparmio pure caratteri.