lunedì, ottobre 01, 2007

La Rivoluzione d'Ottobre

Un po' così a sorpresa, senza dirlo quasi a nessuno, di nascosto, a testa bassa e a voce ancor meno, mentre fa la fila alla posta o alla Coop o al semaforo, distratto, infilandosi le dita nel naso, mentre risponde a telefono a una operatrice di Tele2 che vuole regalarti la possibilità di telefonare gratis, ecco, un po' così, svagato, il Blog Ottuso fa gli anni. Che poi, gli anni.
Ne fa uno, e tanto basta.
Allora oggi faccio tre cose: prima scrivo il post sulla celebrazione dell'anniversario che è da parecchio tempo che ci penso che lo volevo copiarlo da Matteo Bordone, ello; poi, dopo che ho scritto il pesso, cambio il template (questa me l'ha detta Roberto) che ogni tanto ci va un po' d'aria nuova, in questa soffitta polverosa; poi, alla fine del post ma prima di cambiare il template, faccio un annuncio, ma lo faccio alla fine del post, appost.
Settembre - un po' me la tiro, faccio lo sborone e mi faccio il blog. Nessuno mi legge. Io mi rattristo un pochetto.
Ottobre - Faccio post riempitivi perchè non so che dire. Poi rievoco l'infanzia e imito Chinasky, alla ricerca di uno stile personale che mi manca. Primo commento (ma è Elle), primo delirio ombelicale e prima serie di improvvisazioni. Cose che vorrei aver essere potere diventare e cose che ero avuto stato.
Novembre - A che mi serve avere un blog? Prime avvisaglie della crisi di creatività, per fortuna si va a Lucca col Nipote Nonottuso, ma soprattutto, irrompe il Mo.Fe.Gi.Ma. Alcuni ricordi paurosi. Per fortuna c'è chi mi dà una mano. Poi un post che non è all'altezza del titolo, una recensione che non è all'altezza del libro, e un cervello ( il mio) che non è all'altezza di nulla.
Dicembre - Jason chiude Luke nello stanzino e presenta i film che ama. Io mi disamoro di tante cose, soprattutto degli anni '80, giochicchio coi traduttori automatici e racconto barzellette. Guardo la TV, scrivo il mio post preferito, visito case da sogno, spiego perchè odio il Natale (e ricevo commenti lunghissimi), ma soprattutto chiedo aiuto.
Gennaio - Per iniziare bene l'anno, prendo un Aulin a digiuno. Poi salto a cavallo e canto un elegia per Giorgio, Faccio classifiche di femmine umane, polemizzo, rispondo in maniera sbrigativa ai miei lettori. E mentre ci saluta l'abbè Pierre, il Nipote diventa adolescente.
Infine, vado in Svizzera.
Febbraio - Muore un telefono, tutti tristi, poi tutti allegri perchè son divertente, tutti, certo, tranne D'Alema. Luke va al cinema e allora si alza il livello culturale, poi arriva il Codice da Vinci e il livello sprofonda. Immagini dal futuro e dal passato. E ne facciamo cento.
Marzo - Si parla di complotti, di Cuba, di medicine e di teatro. Poi salta fuori che io so tutto di tutto, anche delle cose che non importa sapere. Dandynen! e Luke ci saluta. Alla fine ci resto anche un po', come dire, flabbergasted.
Aprile - I fumetti che ti molcevano il cuore, e poi la bella vita universitaria, la mia acredine, Ruiny, e una gita a Milano.
Maggio - David Lynch, dove trovare gli argomenti per scrivere un post, i telefilm della mia infanzia, cinque buoni motivi per non aprire un blog. E il mio compleanno. Ah, e le panchine. Ah, e un uomo buono.
Giugno - Arriva l'estate, finisce la squola. Ritrovo un vecchio raccontino e faccio gli auguri ad amici che si sposano, poi mi prende nostalgia, e ci credo, visto come passa il tempo. V
Luglio - Cose molto stupide, cose molto lunghe, un delirio. Lo specchio dei tempi e le vacanze di Giorgio. Una marchetta per un amico, e un abbraccio per molti amici.
Agosto - Poche chiacchere, si va in ferie.
Settembre - Ci sono novità, ma non poi così tante, e le buone idee non fanno proseliti. Mi sono lamentato di voi, ma va bene lo stesso.

Anf, fatica.
Bene, l'annuncio è che non c'ho più voglia di fare sempre tutta questa fatica, quando ho cominciato il blog mi era sembrato proprio una buona idea, catartica forse, entusismante di sicuro. Dopo un anno basta. Adesso me la voglio prendere con più tranquillità, non sentirmi in dovere (verso me stesso) di postare tutti i giorni, voglio cambiare periodicità e respiro, fare post più lunghi, argomentati, rileggerli magari prima di pubblicarli per vedere se ci sono errori, e soprattutto non dover scrivere per forza qualcosa tutti i giorni.
Grazie gente, grazie a tutti, siete la mia forza.
Davvero.

18 commenti:

Weltall ha detto...

Ah!
Non avevo notato che abbiamo aperto il blog lo stesso giorno...auguri anche al tuo blog allora ^____^

nn ha detto...

Ecco il tuo nipote nonottuso a commentare il primo post del nuovo blog ottuso...
A dire la verità mi ero affezionato al vero, unico inimitabile Blog Ottuso con la B (e la O) maiuscola e vederlo sparire così... insomma... (!!)
vabbè...

VEDECCIECCIECCI!!!
NN

((PS: mannaggia m' hanno superato))

Anonimo ha detto...

noooooo, per favore no, non fare i post più lunghi, non ho tutto questo tempo libero IO. comunque buon primo compleanno. Hg

nn ha detto...

Ah, quasi me n' ero scordato...
auguri!!!

Skiribilla ha detto...

Stasera ho tempo e mi son letta il tuo post.. e visto che hai fatto la fatica di mettere tutti quei link, ne ho aperti un bel po'.. un gran bel po'.
Ci sono parecchi pezzi davvero belli, e te lo dico anche se lo sai benissimo.

Il blog è tuo, scrivi quando sei ispirato, quando sei convinto, quando cavolo ti pare.

Sarà sempre un bel regalo.

Roberto ha detto...

Prima regola: non dire a me cose che vuoi fare sul tuo blog con più di un mese d'anticipo, che poi ci resto male quando azzecco cosa vuoi fare. (non chiedermi perchè. è così.).
Seconda regola: bene è postare quando lo si vuole veramente
Terza regola: il film dei simpson è un EVENTO che merita un post, qualsiasi possa essere lo stato d'animo alla fine del film. Attendo fiducioso.
Per concludere: il tuo blog mi piace.
R.

Verrocchio ha detto...

Mille di questi post!

L'ansia è una brutta bestia...posta quando ti senti, chè capiremo. Inoltre, se ti fai attendere, poi ti si legge con più gusto: sapremo di dover centellinare il piacere della lettura, perchè ci offrirai delle gemme rare.

A presto,
Andre

madmac ha detto...

(eh, non è più lo stesso, gna fa, l'avevo detto io...)

ho aperto anch'io un bel po' di quei link, belli belli, viva te!

Grazyana ha detto...

Caspita ma si deve postare davvero ogni giorno nei propri blog? Uhm mi sarà scappata qualche clausola nel contratto da firmare???

Comunque bando alle ciance....auguri per il tuo primo bloganniversario e scrivi solo e quando hai voglia di farlo....noi siamo qua che ti aspettiamo ;-)

antropology ha detto...

ma perche' mi appare tutto su una pagina bianca e senza striscette laterali che mi piacevano? e' il mio pc filomaericano che mi fa 'sti scherzi?
auguri comunque!!
se arrivo ad un anno anche io con decenza si fa una festa gemellata con tutti i blog romani?
news: sto per gestire un sito dell'associazione per cui lavoro (che si occupa, indovina? di musei, yuppi) e partoriremo milioni di blog per tutti i musei che aderiranno!
un 80% moriranno infamousamente entro i primi 5 minuti di vita, ma intanto si muove qualcosa...
ciaoo
A.

Accakappa ha detto...

Non è che me la tiro, è che a me mi imbarazza un po' rispondere alla ggente che mi dice bravo...quindi sto zittino e dico nulla...ciauz e grazie a tutti.
:-)

Roberto ha detto...

Appendice alla regola:
Ragola numero 4, MA IL MIO GIN AND TONIC!!!?
Grazie per la gentile concessione di questo spazio pubblico per questioni private!
:-)

Peephee ha detto...

Auguroni, vecchio!!!
Un traguardo l'hai raggiunto ed ora è normale porsi nuovi traguardi.
Ma sento la mancanza della vecchia grafica perchè ero abituato a vederla in quel modo o perché questa non mi soddisfa granché? Il tempo ce lo dirà.
Ciao ;-)
P.

phonomaniac ha detto...

che la forza sia un po' con tutti noi

makkox ha detto...

clap... clap... clap...

Decisione ultrasaggia a mio parere. Ma non perchè scrivi robaccia, anzi. E' ora di provare a fare un pò più sul serio vè?
Forse te l'appoggio perchè ultimamente ho seguito lo stesso ragionamento (anche se non ho compiuto l'anno).

Sei una delle mie letture preferite, son contento se la qualità migliorerà (sicuramente).

M.

Artemisia ha detto...

Bravo Accakappa, vedo che cominci a disintossicarti! Postare deve essere un piacere, non si può avere l'ansia del post!
Sai una cosa? Avevo letto i tuoi primi post ma non con la dovuta attenzione e poi a quel tempo ero timida e non commentavo. Ed invece alcuni sono proprio belli e non meritano quel triste "commenti 0" che ci sta in fondo. Chissà forse capita a tutti che i primi post siano i più autentici, i più densi ma anche i meno apprezzati.
Buon compleanno, caro!

PS il layout invece mi piaceva di più quello vecchio.

gianluca ha detto...

vorrei fare uno scambi di link:
http://gianluca-revolution.blogspot.com

amelia ha detto...

scrivere è un dolore.
lo so che lo sai.
si sente.
però, accidenti a te, a al giorno che ti ho incontrato.

cioé oggi, cinquediottobreduemilasette.

(piano piano ti leggo dappertutto)